Skip to content

INIZIA IL VIAGGIO DI SVETLANA

ottobre 29, 2006

Dopo il misterioso successo del primo episodio, ritornano le fantastiche avventure di Svetlana! Dove andrà a studiare? Sei tu a deciderlo, su ghebapensiero (anche se una mezza idea l’avrei…Monica, preparati!).
Treno interregionale. Svetlana è comodamente seduta su un pulitissimo sedile, in compagnia di sua madre, destinazione: la grande città universitaria del nord Italia. Lo scompartimento è anche occupato da un immigrato senegalese, seduto davanti a loro.
Svetlana osserva il paesaggio rurale dal finestrino, sognante:”Oh, madre. Tali visioni bucoliche mi emozionano, fanno in me crescere la consapevolezza che in fondo tutti siamo vincolati alle nostre radici e alle nostre terre d’appartenenza. Trasferirmi nella grande città per studiare mi rallegra, certo, ma vorrei che una parte di me rimanesse qui, a contemplare la natura non ancora corrotta. Non senti anche tu una tensione verso l’infinito, un anelito verso il mistero e l’inconoscibilità del mondo?Ah, che gradevole senso di sublime.”
Madre, intenta a sfogliare D+:”Ma porca troia, io sputtano i miei soldi per farti studiare e te ne vieni fuori con queste stronzate?E che cazzo, a ‘sto punto aveva ragione quella vecchia mignotta della tua nonna…dovevi fare l’estetista!”
Svetlana si ritrae dal finestrino e strabuzza gli occhi:”Ma madre, continuo a ripetertelo da tempo ormai. Perchè continui imperterrita ad adoperare tali espedienti retorici volgari, che nulla aggiungono al senso del discorso? Guarda, mi fai imbarazzare…” e poi, rivolgendosi all’immigrato senegalese:”Ti prego di scusarla, oh immigrato. Già immagino la tua storia, arrivato in Italia alla ricerca di un mondo migliore, ma costretto a lasciare i suoi affetti in patria. Le nostre storie sono similari et speculari, sento una certa comunanza di sentimenti nei tuoi confronti. Da dove vieni, oh immigrato?”
Senegalese, sconcertato e cercando appoggio nello sguardo della madre:”Dal Senegal!”
Svetlana, dopo aver riposto “Über die Unverständlichkeit” di Friedrich Schlegel, con un sorriso estasiato:”Il Senegal!Wow, quanto ti invidio…la bellezza mozzafiato dell’Africa, il contatto panico con la natura, i riti, le tradizioni ancestrali, le poesie di Léopold Sédar Senghor…è un bagaglio culturale non indifferente, quanto vorrei conoscere appieno la tua cultura…”
Madre, gettando D+ dal finestrino (che va a mozzare la testa di un agricoltore): “Minchia, io quest’estate mi sono fatta alcuni del Senegal…siete così bravi amatori…e poi, sai, le misure…” guardandolo libidinosa.
Svetlana, sconsolata:”Sono stufa di questi preconcetti, di questi assurdi pregiudizi razziali, non c’è pace tra i popoli a causa del loro sconsolante persistere…cercavo di costruire un ponte di dialogo concreto, e tu te ne vieni fuori con questi commenti denigratori per la sua etnia!”
In quel mentre arrivano due controllori nello scompartimento:”Biglietti, per favore…” Svetlana e il senegalese consegnano i loro, che vengono regolarmente obliterati, mentre la madre è sprovvista del documento di viaggio.
Madre:”Cazzo, mi sa che l’ho gettato via…Ma non ci sono problemi, vero?Insomma, avete capito, vero?Se volete posso spiegarvelo…dove si trova la vostra cabina?” alzandosi in piedi per poi puntare anche il senegalese con il dito:”Tu, vieni con me!” per poi girarsi verso Svetlana:”Continua a leggere le tue cazzate, io per un po’ sarò assente…ciao ciao!”
Svetlana non aggiunge parola, la madre si allontana con gli uomini. “Ehi, sembra che stiano organizzando una gang bang sul treno!” urla qualcuno da un altro scompartimento.
Svetlana si rimette a leggere il suo bellissimo tomo, versando lacrime amare sul declino culturale che sta attraversando la sua civiltà. Come sottofondo musicale, ovviamente 19-2000 dei Gorillaz.
Annunci
25 commenti leave one →
  1. StephenD permalink
    ottobre 29, 2006 6:51 pm

    Ma “Oh immigrato” è vocativo? Povera Svetlana, sola, in un mondo che non la riconosce e non la rispetta…ovviamente finirà male, molto male.

  2. dottorG permalink
    ottobre 29, 2006 7:07 pm

    svetlana secondo me va a studiare a camerino…

  3. Ghebuz permalink
    ottobre 29, 2006 8:04 pm

    @StephenD: ovviamente sì, Svetlana ha la mente plagiata da anni e anni di classico e ormai usa i vocativi a sproposito. Più che male, avrà a che fare con persone molto diverse da lei…è un Bildungsroman questo!@DottorG: può essere una possibilità, anche se vorrei mandarla allo Iulm!

  4. Blixxxa permalink
    ottobre 29, 2006 8:20 pm

    La saga di Svetlana crea dipendenza!Sappilo.Se un telefilm/sitcom venisse tratto dalla tua sceneggiatura potresti ritirarti miliardario in qualche isola caraibica.Pensaci bene

  5. Sere permalink
    ottobre 29, 2006 10:13 pm

    Ghe, pace all’anima tua (e a quella di Svetlana!) Ma come ti è venuta la storia del senegalese?!Ti prego dimmi, oh poeta Ghe, ‘azzo te cali per scrivere sta rrrrobbba?!?!!?E’ colpa delle medicine che sto prendendo.. Non ci far caso…

  6. Sere permalink
    ottobre 29, 2006 10:13 pm

    Ghe, pace all’anima tua (e a quella di Svetlana!) Ma come ti è venuta la storia del senegalese?!Ti prego dimmi, oh poeta Ghe, ‘azzo te cali per scrivere sta rrrrobbba?!?!!?E’ colpa delle medicine che sto prendendo.. Non ci far caso…

  7. Sere permalink
    ottobre 29, 2006 10:14 pm

    Sere è cogliona, ha postato due volte lo stesso commento!! Che cretina, perdonala e cancella quello in eccesso!!

  8. Anonymous permalink
    ottobre 30, 2006 9:33 am

    ciao!!!sn ilaria… ;)cmq certo che bisogna farsi x scrivere sta roba!!!cmq il senegalese è fantastico!!

  9. Ghebuz permalink
    ottobre 30, 2006 10:09 am

    @Blixxxa: mah, al massimo mi daranno un buono sconto di 10 € all’Esselunga…@Sere: non preoccuparti dei 3 post, a me capitava anche di peggio sul Daveblog (tipo 8 post consecutivi O_o)…x quel che riguarda la storia del senegalese, non so perchè mi sia venuta in mente, forse a sentire i discorsi altrui :-p@Ilaria:grazie per aver commentato!Cmq non ho fatto uso di nessuna strana sostanza per scrivere ‘sta cosa :-p

  10. Lario3 permalink
    ottobre 30, 2006 12:06 pm

    Credo che la censura sarà inesorabile 🙂CIAO!!!

  11. Sere permalink
    ottobre 30, 2006 1:08 pm

    Ghe, mi hai dato della iulmina?!?!!? Sai che potrei ghigliottinarti all’istante per questo?!?!? ESIGO seduta stante le tue scuse!!!! Allora, sto aspettando!!!!

  12. Ghebuz permalink
    ottobre 30, 2006 2:35 pm

    @Lario3: io mi batterò contro la censura!@Sere: bene bene, è stata una mia domanda, perchè medito di mandare la povera Svetlana allo Iulm e/o di scrivere un post sullo Iulm…visto che sei di Milano, magari c’era una remota possibilità…tutto a posto, spero che tu possa accettare le mie umili scuse :-p

  13. Barbara23 permalink
    ottobre 30, 2006 5:25 pm

    Svetlana che si rivolge alla madre con “Oh madre” pare tanto Jaen-Claude di Sensualità a corte! :DDD

  14. Anonymous permalink
    ottobre 30, 2006 7:13 pm

    l’ho pensato anche a te….MADREE!!!ma i vocativi sn fantastici….poi alla fine danno più enfasi a tutto il discorso…

  15. Ghebuz permalink
    ottobre 30, 2006 7:52 pm

    @Barbara23: Claude di Sensualità a Corte!Quanti ricordi!Io adoro sua madre :-p @Anonimo: grazie per il commento!Svetlana usa tutti questi vocativi perchè è mentalmente compromessa…

  16. Nalkila permalink
    ottobre 30, 2006 10:21 pm

    Adoro il modo di parlare di Svetlana… la voglio a casa! ;D

  17. Giuy permalink
    ottobre 31, 2006 4:05 am

    Be in effetti Camerino dovrebbe essere l’università che la mamma di Svetlana ha scelto per lei ;)Ma i progetti sono altri 😀 (tipo far incazzare MonicaGB?)Uff la mamma mi sta simpatica, ha trovato come passare il tempo in treno, tra l’altro un modo socialmente utile. La mia è sincera invidia.

  18. Ghebuz permalink
    ottobre 31, 2006 8:43 am

    @Nalkila: provvederò personalmente a fartela recapitare a casa, prima devo solo trovare una persona che le assomigli…@Giuy: sei invidiosa di quella psicolabile della madre???O_O Una sorta di crocerossina, direi!Ma perchè tutti dicono Camerino?E’ davvero così triste come università???

  19. Anonymous permalink
    ottobre 31, 2006 11:38 am

    nn hai ancora deciso dove farla andare?ci vuole qualcosa di squallido…alla fine paga la madre…

  20. Giuy permalink
    ottobre 31, 2006 12:27 pm

    Ghebuz: per sentito dire e per le vicende che finirono agli onori della cronaca (il prof accusato di violenza sessuale dalle studentesse…circolavano filmati delle ragazze che si trastullavano a letto il prof in cambio di voti ecc…)mi fanno dire: Mandala a Camerino! La madre può averla solo iscritta lì nella speranza che la ragazza si svegli 😉

  21. Ghebuz permalink
    ottobre 31, 2006 2:46 pm

    @Anonimo: grazie per la visita! Relazioni pubbliche allo Iulm è l’ideale!@Giuy: avevo rimosso queste allegre vicissitudini! Allora può essere una possibilità allettante, soprattutto per la madre di Svetlana :-p

  22. Anonymous permalink
    ottobre 31, 2006 7:27 pm

    ma le facciamo fare a svetlana qlk incontro ravvicinato?magari cn un professore…?

  23. Ghebuz permalink
    ottobre 31, 2006 8:07 pm

    @Anonimo: Svetlana deve mantenersi pura e illibata, i suoi amori devono essere platonici e assolutamente vissuti attraverso i libri…

  24. Anonymous permalink
    novembre 1, 2006 12:48 pm

    che palle!!che vita!!cmq a qnd il prossimo episodio ghe? ^_^

  25. Ghebuz permalink
    novembre 1, 2006 10:44 pm

    @Anonimo: il prossimo episodio…mmmh, vediamo, se tutto va bene la settimana prossima! Preparatevi al peggio :-p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: