Skip to content

LE FAVOLE DI NATALE DI GHEBA PENSIERO

dicembre 22, 2006
Sono finalmente iniziate le vacanze natalizie!
Oh che gioia, oh che gaudio, finalmente potrò cazzeggiare per qualche giorno a casa e soprattutto potrò andarmene in vacanza qualche giorno per Capodanno!
Devo dire che la struggente atmosfera buonista natalizia mi sta corrompendo, infatti stasera mi sento particolarmente ispirato, non so come mai, ma tutte queste luminarie, questi babbo natale impiccati qua e là stanno scrollando la ruggine dal mio cuore marcio e corrotto.
Ed è per questo che vi dedico delle gioiose favole natalizie. Delle favole da leggere in casa, tutti assieme, davanti al fottuto alberello minchioso, con il caminetto acceso, il pandoro avanzato dall’anno prima e un bicchiere di vin brulè.
PRIMA STRUGGENTE FIABA
C’era una volta una bella famiglia: mammà, papà e due figli dementi, un maschio e una femmina, come nella migliore tradizione Mulino Bianco. Vivevano felici e contenti, nel loro loft stra-cazzi arredato da interior designer all’ultimo grido, all’ultimo piano di un prestigioso condominio del centro città. Le loro giornate iniziavano con un’ottima colazione preparata da mammà: l’affascinante quarantenne infatti creava composizioni elaborate con le varie merendine, per poi osservare felice e gaudente la sua turpe famigliola intenta a mangiare tali prelibatezze.
Un bel giorno mammà, al corso di pilates, fece la conoscenza di Ahmed, e capì che forse un venticinquenne maghrebino poteva essere sessualmente più appagante del marito, che si eccitava solamente se sodomizzato da un dildo. Stufa anche dei figli, che sputtanavano il suo stipendio in suonerie scaricabili da Internet, mammà decise un bel giorno di riempire le pastine di Guttalax. Il marito e i figli morirono affogati nella loro diarrea, e lei scappò via con Ahmed e vissero felici e contenti.
SECONDA STRUGGENTE FIABA
C’era una volta una bella famiglia: mammà, papà e due figli dementi, un maschio e una femmina. I genitori erano molto religiosi e credenti e cercavano di indirizzare i loro pargoli con continue indicazioni. “Il Sole ruota intorno alla Terra! Dio ha ucciso i dinosauri! Se vi masturbate vi amputeremo le mani! Emma Bonino è il diavolo!”. I poveri pargoli iniziarono ad avere paura del mondo che li circondava, convinti di vivere in un mondo depravato e peccaminoso. Un bel giorno, dopo essere stati picchiati dai loro compagni di scuola, rientrati a casa trovarono la madre e il padre impegnati in un menage à trois con una transessuale e capirono di essere cresciuti nell’ipocrisia. Presero la pistola che il padre teneva nel cassetto, stecchirono i malvagi genitori e scapparono con la transessuale, che li adottò. E vissero felici e contenti.

Ed ecco a voi, invece, una fantastica puntata di Next!Guardate che donna e che finezza!

Annunci
15 commenti leave one →
  1. Anonymous permalink
    dicembre 22, 2006 9:53 pm

    ahahah…..io ne ho visto uno più figo..di next con dei gay…solo che uno non lo era!!

  2. Lario3 permalink
    dicembre 22, 2006 10:45 pm

    Ah-ah-ah… che sballo (se non cadeva dalle scale stava lì anche di meno) 😀CIAO!!!

  3. netstar permalink
    dicembre 22, 2006 11:45 pm

    Bellissime le tue fiabe. 😀

  4. MonicaGellerB permalink
    dicembre 23, 2006 9:23 am

    Ho visto questo scempio “in diretta”, quando mandarono in onda la puntata (Mtv dà il meglio di sé nel primo pomeriggio, con questi reality fuffa. Mi hai appena ricordato che volevo farci un post)…era un misto tra rotolarmi per terra dalle risate e vergognarmi come una ladra per lei.

  5. Anonymous permalink
    dicembre 23, 2006 10:42 am

    che favola carina…. insomma almeno è più realistica di quella che continuano a propinarci, ossia un obeso uomo ultra cenetenario che scende giu dal cammino, oppure che si introduce nelle abitazioni grazie al suo diamante taglia vetri che ha posizionato come un anello sul mignolo!

  6. Uriel permalink
    dicembre 23, 2006 8:15 pm

    Ma tu lo sai che ti amo, vero?Uriel

  7. Sere permalink
    dicembre 24, 2006 5:00 pm

    Leggerò, tu già lo sai!Gli auguri ce li faremo via cell, ma siccome IO sono una signora te li faccio pure via blog!Auguri Ghe Crackainomane!!;-)Bisù!

  8. Tommy permalink
    dicembre 25, 2006 11:32 am

    Blog Natale a tutti!

  9. Anonymous permalink
    dicembre 25, 2006 2:40 pm

    che poesia, che poesia^^belle^^buon Natale anche se non ti sta troppo simpatico….kiara

  10. Stefano Gallagher permalink
    dicembre 25, 2006 10:56 pm

    Bellissima l’immagine della famiglia affogata nella diarrea. Questa è poesia, altro che Leopardi!

  11. grig-io il blogorroico permalink
    dicembre 25, 2006 11:24 pm

    preferisco la prima storiella di Natale. il finale della seconda sembra un po’ troppo buttato là in quattro e quattr’otto alla sbrigativa.. hahahaha!!tra l’altro.. ora anche la tamarrona della settimana versione video??hahahahahaha

  12. dottorG permalink
    dicembre 27, 2006 2:47 pm

    che programma meraviglioso… purtroppo non si riesce a finire l’insulto: “that bastard…….”

  13. dottorG permalink
    gennaio 2, 2007 10:42 am

    già che passavo, BUON 2007!

  14. Abicetta permalink
    gennaio 2, 2007 11:11 am

    Su coraggio… ormai il peggio è passato… tra un pò potrai sfogarti nel disfare il fottuto alberello minchiso hahahaha!

  15. dr.gonzo permalink
    febbraio 6, 2007 11:09 am

    Ciao gheba. Io sono a riva, ma tu non ci sei. Mi dicono che sei a pd. Perchè? Perchè non sei qua? guarda me e dega con mario riccio su : http://www.radicalicremona.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: