Skip to content

GHEBA & LA CHIESA

febbraio 13, 2007
Sere (http://www.langolodellaperdizione.splinder.com) voleva avere una parte attiva nella creazione di questo post, ma dopo le sue preoccupanti rivelazioni e il fatto che conoscesse l’incensorio, gran parte della mia stima nei suoi confronti è andata a farsi fottere. Oh oh, Sere perdonami.

Vabbuò, questo post (assolutamente autorefenziale e senza un motivo preciso) ha lo scopo di raccontare l’allegra liaison Gheba/Chiesa e i diversi motivi che hanno distrutto l’idillio (ma c’è mai stato?Boh).

Cari utenti di Gheba Pensiero, dovete scoprire un agghiacciante dettaglio sul mio passato. Ebbene sì, dalla 3a elementare agli inizi della 1a media sono stato un chierichetto. O_o

Avevo appena fatto la prima comunione e il prete dell’epoca del mio allegro paesello, un tipo simpatico (forse l’unico membro del clero che io abbia mai stimato) propose a tutti quanti i miei coscritti (ben 8 persone) di divenire chierichetti. Tutti quanti accettamo, ma purtroppo il prete dopo qualche mesetto si ammalò e venne trasferito, poi morì.

Il periodo successivo fu contrassegnato da una serie infinita di preti, che andavano e venivano senza un motivo ben preciso, fino a quando, per circa un annetto e mezzo, a partire dalla 4a elementare, non venne lui. Il prete malefico di un paese vicino al mio.

Questo pirla era un prete molto più giovane dell’altro, ma 350.000 volte più insopportabile: parlava con una cadenza odiosa ed iniziò ad apportare alcune modifiche all’interno del gruppo chierichetti.

  • Abolì il sistema delle paghette. Fino ad allora, ad ogni messa ci venivano date ben 1000 lire, che io prontamente sputtanavo al baretto del paese (pieno di vecchi ubriaconi e ora anche ricettacolo di clandestini) giocando a Mortal Kombat o a flipper. In compenso, un’idea rivoluzionaria: i punti. Ogni messa valeva ben 10 punti, e chi aveva più punti a fine anno, vinceva.
  • La gestione dei punti era assolutamente arbitraria: il pirla decise anche di istituire un capo-chierichetti, che abbassava i punti a suo piacimento. “Gheba, non sei venuto l’altra sera, siamo sotto Pasqua, è importante!-100 punti!”. Una volta stavo facendo il deficiente con un mio amico dentro la canonica e il prete ci ha tolto così, senza un motivo, qualcosa come metà dei punti. Aaah.
  • Il sistema dei punti stranamente fece abbassare il numero dei chierichetti: se prima c’era un esubero di tali figure, in quel periodo stavano stranamente iniziando a calare.
  • Il sistema dei punti, che prevedeva un premio a fine anno, in verità era tutta una fregatura. Venivamo istigati alla competizione più sfrenata per poi vincere, tutti quanti, a fine anno, un panettone merdoso comprato all’Eurospin: quell’anno non l’ho nemmeno aperto, mi faceva schifo solo a vederlo.
  • Ci abbonò a Samuel, giornalino dei chierichetti della provincia di Trento, pieno di strani articoli e soprattutto di rubriche dove si presentavano i vari gruppi e giochetti a tema religioso, tipo cruciverba, rebus e robe del genere. Ogni mese venivano decretati i vincitori regionali, ed erano SEMPRE dalla Val di Non e dalla Valsugana. O_o
  • L’unico aspetto positivo fu l’istituzione della gita a Gardaland.

Vabbè, quell’anno fu anche contraddistinto da un numero incredibile di matrimoni, battesimi e soprattutto funerali e noi allegri chierichetti macinavamo soldi su soldi frequentando con tanta ipocrisia a questi happening (il sistema dei punti non valeva in questi eventi e i famigliari mollavano soldi come fossero noccioline).

Quel periodo fu anche contrassegnato da tre drammatici incidenti:

  1. Avete presente quell’attrezzo, quella sorta di campanella che viene utilizzata quando il prete solleva il calice?Un giorno, preso da chissà cosa, lo suonai a caso e il prete mi fulminò con lo sguardo. Non venne più utilizzato.
  2. Una volta mi inciampai con una candela accesa in mano.
  3. Una volta mi tagliai il pollice distribuendo dei simpatici foglietti fuori da chiesa, con il risultato che metà delle vecchie del paese si ritrovarono chiazze del mio sangue sull’annuncio delle festività in occasione della Pasqua.

Finalmente, un bel dì, tale prete venne trasferito ed arrivò un nuovo prete, stavolta definitivo. Anche questo non mi stava particolarmente simpatico (lo salutavi per le vie del paese e non ti cagava di striscio) ma chissà come mai, continuai a frequentare l’ambiente dei chierichetti. Fino alla tragedia: entrai in aperto conflitto con il nuovo capo-chierichetti, visto che volevo la tunica bianca e non più quella rossa-bianca da iniziato. “Ma no, Gheba, sei piccolo, poi fai sempre ruoli marginali…” O_o

In effetti era tristemente vero, non sono mai stato mandato a racimolare soldi tra i banchi e non sono mai stato mandato dietro al prete a dare le Ostie in giro: mi limitavo a compiere ruoli di second’ordine e soprattutto nessuno voleva darmi la tunica bianca. Non venivano riconosciute le mie capacità, cercai di impormi con la gerarchia corrotta dei chierichetti, dopo mesi di battaglia fui in grado di conquistare la mia tunica bianca e, una volta conquistata, non mi feci più vedere in quell’ambiente.

Era l’inizio della prima media: a gennaio 1996 (fine primo quadrimestre), la sovrapposizione tra le ore di catechesi e la trasmissione delle repliche pomeridiane di Mai Dire Banzai mi fece vacillare verso la seconda ipotesi, e smisi di andare a catechesi; tra l’altro smisi anche di confessarmi, vista la mia voce facilmente sgamabile (e poi che peccati dovevo inventarmi?)

Stranamente non volevo nemmeno cresimarmi, ma mia madre disse:”Massì, fai la cresima e poi fai quel cazzo che ti pare. ”

Indovinate il seguito. Aaah!

E ora, un grazie a Blixxxa che ha permesso il mio sogno di trasformarmi in un’icona pop!

Annunci
29 commenti leave one →
  1. Lario3 permalink
    febbraio 13, 2007 9:53 pm

    Io ho indovinato… ottima scelta Don Gheba 😉CIAO!!!

  2. netstar permalink
    febbraio 13, 2007 10:20 pm

    eheh, il mio rapporto con la Chiesa è stato altrettanto comico-burrascoso. 😀

  3. grig-io il blogorroico permalink
    febbraio 13, 2007 11:42 pm

    mioddio..gruppo chierichetti?paghetta ai chierichetti??giornalini per chierichetti???rivalità stile Mila e Shiro????cacchio allora che arretrata che era la mia parrocchia!!XDla scena della campanella è fenomenale, le altre due pure...poi un giorno qualcuno mi deve spiegare questa storia della Cresima a tutti i costi, che tra l’altro è molto in voga anche dalle mie parti..

  4. Ghebuz permalink
    febbraio 14, 2007 9:31 am

    @Lario3: piuttosto mi converto all’Islam.@Netstar: ora vogliamo tutti i dettagli più macabri: apparizioni mariane, vecchiette rompicazzo e sacrestie date alle fiamme.@Grig-io: ora finalmente si capisce il perchè del mio strano disprezzo verso tali ambienti. Aaah.Se fai la cresima, poi hai diritto ad una serie di esclusivissimi vantaggi: puoi sposarti in chiesa (che culo, già tanto se vorrò sposarmi in comune), puoi fare il padrino/madrina (che culo, poi di chi? Quasi la totalità dei miei cugini e dei miei amici è atea), puoi ricevere l’estrema unzione, etc.Più che altro nei piccoli paesini come il mio si è costretti a riceverla per non rimanere vittima delle malelingue. Che tristezza.

  5. Lario3 permalink
    febbraio 14, 2007 12:25 pm

    Ah-ah-ah… :_DCIAO!!!

  6. Ybc permalink
    febbraio 14, 2007 12:37 pm

    La comunanza genetica colpisce ancora: nemmeno io volevo fare la Cresima ma ci sono stata costretta…Però poi ho potuto avere il privilegio di farti da madrina: aaah, che scelta azzeccata!!! Per fortuna che non ho altri cugini da traviare…

  7. Ares79 permalink
    febbraio 14, 2007 12:44 pm

    mai stato chierichetto, ho sempre odiato profondamente preti e suore, ho sempre pensato che andare a messa fosse la cosa più inutile,stupida e noiosa del mondo.una volta finiti quei sacramenti inutili e raggiunta l’età della ragione, ho pensato al rapporto tra me e dio(che non esiste): il risultato è all’inizio della colonna di sinistra del mio blog.

  8. sere permalink
    febbraio 14, 2007 3:17 pm

    Ahhhhhhhhh!! Grazie a Ghesù il mio ruolo attivo è stato reso noto!! A parte le mie idiozie, Ghe, io sono solo ua persona colta! So tutto delle religioni, sono la Licia Colò della situation!Ora veniamo ai discorsi seri.. Mai fatta la chierichetta (grazie a Ghesù, nuovamente). La storia delle paghe però era una figata! Un pò meno quella del capo-chierichetto, tipo i capi scuola ad hogwarts, dove c’è malfoy che toglie in continuazione punti a potter solo per ricattarlo e portarselo negli spogliatoi ed approfittare di lui.. Faceva così anche il tuo? Dovremmo approfondire questo punto.Il giornaletto potevano risparmiarselo! E Gardaland, non era moralmente ed eticamente discutibile come scelta di divertimento? Ah no, cazzo dico, ci andai anche io con l’oratorio, ritiro l’ultima cosa!I panettoni dell’Eurospin.. Schifo!! Ahhhhhh, il mio Pati ha tanto lottato ma alla fine ha ottenuto la sua tunichina bianca che ora viene usata dalla nadia per pulire la vaschetta dei bisogni di Mojito e Lolita.Grande Nadia! Lovvo pure toi!Ehhhhhh, che commento, mega lungo!! Stasera ti voglio bello arzillo, devi farmi impazzire!!! 😉

  9. sere permalink
    febbraio 14, 2007 5:06 pm

    Avessi i capelli poco più lunghi parresti Stevie Wonder.. La voce non è la stessa.. Ma io ti lovvo ugualmente da impazzire!!!E vediamo di rispondere separatamente, nè! Io ti ho lasciato commenti separati, non fare poupourrì come al tuo solito! 😉

  10. Ghebuz permalink
    febbraio 14, 2007 5:07 pm

    @Lario3: ceuz!@Ybc: a proposito, buon onomastico!Ah, mi stavo dimenticando! Ti garba il mio fantastico Gheba-Warhol? La scelta di cresimarmi è stata una delle più azzeccate della tua esistenza :-pCmq ne vedem sti giorni, magari!@Sere: minchia, che commento lungo mi mandasti?Nun ce la farò mai a leggerlo tutto quanto, vista la mia ritardataggine! Mi vuoi tutto pimpante per cosa? O_o

  11. Ghebuz permalink
    febbraio 14, 2007 5:08 pm

    @Sere: oh, non ho letto il tuo nuovissimo commento…aaah, grazie per il paragone con quel mentecatto di Stevie Wonder, mi ci voleva!Che bello essere lovvato!Vedi che ho fatto un commento separato?:-p

  12. Uriel permalink
    febbraio 14, 2007 5:09 pm

    Gheba: io non ho la cresima, perche’ ho capito come stavano le cose un pelo prima. Ho invece la comunione, perche’ allora c’era un prete simpatico che ci portava in piscina e al mare. Poi il PCI protesto’ perche’ era troppo popolare tra i bambini e i bambini chiedevano di fare la comunione, e il prete fu brutalmente spostato per evitare boicottaggi piu’ brutali (erano gli anni 70, dalle mie parti se il PCI diceva qualcosa, la chiesa LA FACEVA per evitare sabotaggi, dall’inchiostro rosso nell’acquasantiera all’incendio in canonica). E’ il vantaggio di crescere in certi posti, darling. Il pret che venne dopo era novantenne e diceva messa solo con un’iniezione di morfina e il playback, cosi’ perse popolarita’ rapidamente.Uriel

  13. giuy permalink
    febbraio 14, 2007 5:57 pm

    io ho fatto l’aiuto catechista(di una catechista che non c’era mai) dai 18 ai 20anni ai bambini delle elementari, che ovviamente hanno meno voglia di ascoltare le prediche degli adulti. Praticamente quando entravo nell’aula con tutti i mocciosi scalmanati, cacciavo un urlo e dicevo: “oggi tocca fare la storiella del figliol prodigo, se mi state a sentire 10 minuti poi andiamo a giocare in cortile(c’era il campo da pallavolo, calcetto e basket) altrimenti temo che mi toccherà raccontarvela per tutta l’ora!Che famo? Me state a sentì 10 minuti? :)” Funzionava. Ma ho fatto una cosa ancora più brutta. Per coloro che devono fare la cresima, ilprete organizza un ritiro di tre gg(sai che pizza!) e ogni tanto i ragazzini/e cercano di scappare per andare a salutare i morosi/e o amici al bar lì vicino. Essendoci passata all’epoca e avendo avuto una strega di catechista che non mi faceva mai andare a sbaciucchiarmi al bar con il fidanzatino e veramente ne combinavo di tutti i colori per riuscirci….be inutile dire che mi sono vendicata con i più piccoli hihi…ok, vado dietro la lavagna per punizione!

  14. dr.gonzo permalink
    febbraio 14, 2007 6:01 pm

    Gheba santo subito!(e prima Papa!)Domani Lars ci aspetta.(c’è qualche problema nella pubblicazione dei commenti o sbaglio?)

  15. L'Anonimo permalink
    febbraio 14, 2007 7:13 pm

    Mi fecero smettere di fare il chierichietto (e col cazzo che pagavano da me) per due motivi: le scarpe e l’incenso. Le prime dicevano fossero orrende e il secondo mi faceva starnutire durante la messa. Non è che da quel momento ho cominciato ad odiare i preti, ma in qualche modo sono sicuro c’entra. La foto pop è un must: prima o poi ci passiamo tutti.Ciao 🙂L’Anonimo

  16. Ghebuz permalink
    febbraio 14, 2007 7:46 pm

    @Uriel: scommetto che provieni dalla Toscana o dalla Romagna :-pIl prete che c’è adesso (nel frattempo è morto un altro) è molto più simpatico e giovanile, hai presente Uccelli di Rovo? Secondo me tutte le cinquantenni del paese gli sbavano dietro.@Giuy: hai fatto l’aiuto-catechista?O_o ah ah ah ah, ora ho un motivo per sfotterti :-pLa nostra catechista era un po’ una schizzata, bastava poco per mandarla in crisi e noi lo facevamo nascondendoci nel simpatico teatrino parrocchiale poco vicino. Tanto per la cronaca, tale teatrino viene aperto una volta all’anno e l’oratorio ha funzionato per 2-3 mesi, poi ha chiuso per mancanza di interesse.Apperò.@Dr. Gonzo: non esiste San Gheba, giusto! Perchè non diventi missionario comboniano?Cmq ne sentim per Lars!Salutami gli altri due zaltroni!@L’anonimo: nemmeno io tollero l’incenso, che schifo. Ma che stronzi, mobbizzarti così per un paio di scarpe!

  17. blixxxa permalink
    febbraio 14, 2007 7:59 pm

    evvai!concordo: stevie wonder… o anche arnold…

  18. Uriel permalink
    febbraio 15, 2007 4:14 pm

    Esatto, vengo dal cosiddetto tringolo rosso. A pochi KM da casa mia, ce’ una chiesa ove non entra nessuno dal 1946. Deserta da allora ad adesso, neanche i vecchi.Non e’ fantastico?Uriel

  19. L'Anonimo permalink
    febbraio 15, 2007 7:01 pm

    Sì è vero: mobizzarmi per delle scarpe è stato ingiusto, ma bisogna considerare anche che ti parlo dei primi anni 90 :\

  20. Lario3 permalink
    febbraio 15, 2007 7:12 pm

    Già… ad averlo saputo prima 😀CIAO!!!

  21. Stefano Gallagher permalink
    febbraio 15, 2007 9:16 pm

    Io li ho sempre guardati con fastidio e diffidenza i chierichetti. Dopo che una suora mi ha dato una giornalata sul collo poi ho deciso di smettere il catechismo, ho preso la comunione e basta. Anche perché non sopporto l’odore dell’incenso e quello delle vecchiette che ti guardano male se sbagli i canti. Tra l’altro anche senza cresima ho fatto il padrino di mio cugino, ho barato!OT: Tu che stai a Padova, hai visto su mtv che fanno School in Action in un liceo di Padova? Argh.

  22. Ghebuz permalink
    febbraio 16, 2007 7:14 am

    @Blixxxa: Stevie Wonder???Arnold???O_o, aaah, quanti bei paragoni!@Uriel: io invece vengo da una terra tipicamente democristiana, ma su 5 chiese nel mio paese (una metropoli di 1200 abitanti + un numero indefinito di clandestini), solo 1 funziona, e non raggiungerà i 200 omini a domenica. Oh oh oh!@L’anonimo: ah, i primi anni ’90. Capisco tutto quanto allora, troppo trash per essere vero!@Lario3: sono sempre l’ultimo a sapere le cose!@StefanoGallagher: che simpatia queste suore liguri, per fortuna qua di suore se ne vedono veramente poco in giro, si stanno estinguendo.Si, mi è capitato di vedere una puntata di School in action Padova, ma per fortuna devo ancora capire dove si trova il tanto decantato Modigliani, immagino sia un ricettacolo della peggio gioventù locale.

  23. dr.gonzo permalink
    febbraio 16, 2007 10:12 am

    Atei bastardi!Dio vi punirà tutti!

  24. Ghebuz permalink
    febbraio 16, 2007 5:46 pm

    @Dr.Gonzo: ma scusa, non eri tu a cantare Osama, Osama, Osama nell’alto dei cieli?:-p

  25. Captain's Charisma permalink
    febbraio 16, 2007 6:30 pm

    Ho sempre avuto simpatia per i chirichetti…forse perchè uno di loro rubava le ostie per darmele di nascosto 😉

  26. Ghebuz permalink
    febbraio 16, 2007 8:17 pm

    @Captain’s Charisma: ma lo sai che potresti andare all’inferno per questo? :-p

  27. grig-io il blogorroico permalink
    febbraio 17, 2007 1:02 am

    @ L’anonimo: stasera ho appena saputo di un prete-tra-due-mesi che giusto l’altro ieri ha partecipato a una messa in San Pietro, VA, sul baldacchino dell’altare con le scarpe da tennis!–spero di non avere agitato il coltello nella piaga–

  28. Sara / in vena di sprecare tempo permalink
    febbraio 20, 2007 3:50 pm

    Don Roberto era un rompicazzo… al campeggio non voleva far dormire il mio amico Anto insieme a noi ragazzine del suo anno, e l’ha crudelmente ficcato nella stanza dei ragazzi più grandi. Che erano stronzi come tutti i maschi quattordicenni!Invece ricordo con affetto uno degli animatori dell’oratorio, soprannominato Bugno perché gli piaceva andare in bici. Poi è diventato prete… :o/ Però non siamo mai riusciti a chiamarlo don Andrea, è rimasto Bugno!Che idilliaci quadretti…

  29. Ghebuz permalink
    febbraio 21, 2007 1:34 pm

    @Sara: come mai non mi vanno i commenti???O_o

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: