Skip to content

SVETLANA E L’APPARTAMENTO

maggio 6, 2007
Riassunto delle puntate precedenti: Svetlana è arrivata a Milano ed è impegnata nella ricerca dell’appartamento. Stranamente sua madre l’ha seguita, per chissà quali motivi.
Svetlana ha appena contattato i padroni di un simpatico appartamento nella periferia più degradata di Milano, in un grazioso casermone popolare dai lunghi corridoi odoranti piscio, con preservativi usati abbandonati qua e là. Evidentemente è stata fregata: ora, insieme alla madre, si trova all’interno dell’appartamento, ove prenderà visione della sua stanzetta singola, per poi forse firmare il contratto.
Padroni [coppietta di quarantenni, lui lampadato e tamarro, lei plastificata e biondissima, praticamente uguale alla madre di Svetlana]: “Insomma, è un affare! Le finiture sono di pregio, il quartiere è tranquillo, si tratta di un contesto ben servito, vicino a tutti i negozi, all’autostrada e alle stazioni della metropolitana…per la singola sono 350 € al mese…”
Svetlana, guardandosi attorno nella singola:”E’ un sogno che si realizza…madre, guarda che scrivania ampia, osserva la libreria, possono starci tutti i miei libri…e poi, quella sedia a dondolo…non è un amore?Mi sarà di compagnia nelle serate autunnali quando, dopo un’estenuante et proficua giornata di studio, mi sdraierò sopra con la mia copertina per leggere tutte le opere dell’Alfieri…”
Madre di Svetlana, scuotendo la testa, a bassa voce:”Aò, ma 350 € al mese per ‘sta minchia non sono disposta a spenderli…porca di quella puttana, ti stanno fregando…ma hai visto che quartiere di merda?” per poi girarsi verso i due e dire, ad alta voce, con fare suadente:”Non si potrebbe trovare una soluzione…insomma…” aprendosi leggermente la camicietta e mostrando un po’ le sue forme, plastificate, ovviamente “forse non mi avete riconosciuta…e sì che ero famosa qualche annetto fa…”
Padrona, rivolgendosi al marito:”Ma sì, Danielo, non la riconosci?E’ Svetlanal, mi obbligavi a vedere tutti i suoi film…” per poi girarsi verso di lei:”La adoro. Mi ha aiutato a liberarmi di tutte le mie inibizioni, per giungere ad una vita sessuale finalmente appagante. Lei è stata la mia salvatrice.”
Padrone, eccitato:”Svetlanal!Ho sempre desiderato fare la sua conoscenza, lei è un’autorità nel campo…mi domando come riuscisse a girare scene così estreme e ad interpretare ruoli così borderline…insomma, la visione di -Svetlanal e i Pigmei- mi ha fatto riflettere molto…”
Madre di Svetlana, tirandosela un po’:”Sapete, per -Svetlanal e i Pigmei- si è trattato di un lavoro di concetto. Mi sono impegnata molto a cercare di ricreare il corto circuito erotico che sorge dallo scontro/incontro di culture diverse. Per esercitarmi mi sono dovuta allenare con non so quanti vu cumprà….ah ah ah” ridacchiando volgarmente.
Svetlana, allucinata:”Madre, eri una pornostar?E per di più ti facevi chiamare Svetlanal, usurpando così anche il mio raffinato nome russo…pensavo mi avessi chiamata così in onore di Svetlana Alliluyeva Stalina, la figlia di Stalin che ha tradito la propria patria per chiedere la cittadinanza americana nel 1967…” arretrando un pochettino, facendo strani segni con le mani:”Io pensavo chissà cosa, e mi ritrovo con un ridicolo nome da pornostar…bua ha hah a” scoppiando in lacrime.
Padroni di casa, scuotendo la testa in segno di disappunto, per poi parlare con la madre di Svetlana:”Sua figlia però non ha preso evidentemente da lei…sa, anche noi abbiamo tentato la carriera del porno, ma senza grande successo, per fortuna ora sono i nostri figli a darci soddisfazioni…nostro figlio è la star indiscussa di -Sommozzatori sodomizzati- e -Imbianchini imbiancati-, mentre nostra figlia ha girato proprio l’altro giorno la sua prima scena di doppia penetrazione. Oh, quanto siamo orgogliosi di loro…”
Svetlana, arretrando ancora di più e puntando il dito contro tutti:”Voi…voi…voi…siete i figli degeneri del ’68, di tutti quei movimenti libertari che hanno preso piede nei primi anni ’70, che propugnavano il trionfo della libertà individuale e l’abbandono di tutti i vincoli…se viviamo in un mondo malato è colpa vostra…avete preso un dono splendido, il sesso, ovviamente a scopo riproduttivo, e lo avete volgarizzato…non ho davvero più parole, sono disgustata, nauseata…”
Padrona di casa, malcagando la povera idiota:”Svetlanal, l’offerta ci garba…se vuole seguirci di là, magari potremmo arrivare ad una sensibile riduzione dell’affitto…è da qualche mese che mio marito e io non ci intratteniamo con un’altra…”
Madre di Svetlana, soddisfatta:”Una soluzione si trova sempre!” ridacchiando e allontanandosi con la coppietta verso un’altra stanza. Si gira un attimo, per osservare la figlia:”Ah, Svet, aspetta qui, porca puttana…”
Svetlana se ne rimane lì da sola, nella stanza, piegata a terra dalle lacrime. Sente la crème brulée (che ha mangiato poco prima) risalirle lentamente l’apparato digerente, per poi sboccarla sul pavimento di squallido scotto. Si contorce nella propria stupida crema francese, sperando nell’avvento della fine del mondo.
Annunci
20 commenti leave one →
  1. Stefano Gallagher permalink
    maggio 12, 2007 1:34 pm

    Ma va? A Genova quelli di Scienze Politiche, in genere, sono dei terzomondisti impegnati politicamente e volenterosi di ricostruire popolazioni distrutte dalle guerre civili, ecc. ecc.Del ZD non so ancora nulla…mi sembra strano, perché mentre eravamo lì stavano già correggendo gli scritti…mah..Comunque “SvetlANAL” è una delle tue invenzioni più geniali! 😉

  2. Giuy permalink
    maggio 12, 2007 3:02 pm

    No, povera Svetlana. Ma quindi Svetlanal si è aggiunta alla coppia? 🙂‘rimortacci che cariera la mamma!O_o Ma perchè ha smesso? Non l’avrà mica fatto per quella rompico…. della figlia 😉

  3. Nehellenia permalink
    maggio 13, 2007 2:03 pm

    che degrado…!!!:D

  4. blixxxa permalink
    maggio 13, 2007 3:06 pm

    Svetlanal?!?Ma tu sei un genio…p.s. ho bisogno di te… corri nel mio blog, presto!

  5. Tommy permalink
    maggio 13, 2007 5:46 pm

    No, non sei un genio: sei un pazzo furioso! 🙂

  6. Ghebuz permalink
    maggio 14, 2007 8:14 am

    @Stefano Gallagher: quelli da noi più che altro sono gli iscritti a Lettere e Filosofia.Svetlanal mi è venuto in mente l’altro giorno, in un momento mio di sclero O_oIn bocca al lupo x il ZD cmq!@Giuy: esatto, la madre si è aggiunta alla coppia per un peccaminoso rapporto a 3!Che storie!Purtroppo la madre ha dovuto smettere la carriera proprio in seguito alla nascita di Svetlana, essendo Svetlanal ragazza madre [prima o poi tirerò in ballo anche il padre, mai conosciuto].@Nehellenia: dì un po’, è la vita che vorresti vivere!@Blixxxa: se sono un genio io, allora è un genio anche Paola Barale. Accorro subito nel tuo blog!@Tommy: infatti dovrei iniziare ad assumere psicofarmaci in quantità industriale.

  7. Lario3 permalink
    maggio 14, 2007 9:14 am

    li N’SYNC stanno fuggendo da me che li sto inseguendo con un trattore 😀CIAO!!!

  8. Lario3 permalink
    maggio 14, 2007 9:15 am

    “Li” sarebbe “Gli”… scusa 😀CIAO!!!

  9. Uriel permalink
    maggio 14, 2007 12:21 pm

    Poiche’ al mattino il bue del wu-mang caccia il pero pensoso, meditiamo che il ciliegio sconfitto del piung-zum teme il cormorano affamato al tramonto del zu-bang. (Confucio, Kong Zi, 551 a.C. – 479 a.C.)

  10. Ghebuz permalink
    maggio 14, 2007 2:43 pm

    @Lario3: poveri N’Sync!E non preoccuparti per l’uso della lingua italiana, anch’io sto disimparando le nozioni più elementari (come gli N’Sync!)@Uriel: bella questa massima di Confucio, anche se non ho capito il perchè O_o

  11. dottorG permalink
    maggio 14, 2007 2:46 pm

    svetlanal rulez…

  12. Uriel permalink
    maggio 14, 2007 3:01 pm

    @ghebuz: sto giocando con polygen, ho creato un generatore automatico di proverbi, uno di confucianate e uno di dieci comandamenti.UrielP.S: Non pulirai altro Brio all’infuori di Lallah. Non bagnerai le chiome di Avvio arcano. Ricordati di pescare le Leste. Esplora il fontaniere e la nonna. Non zigrinare. Non promettere dritti cloruri. Non sderenare. Non nitrire rivalsa maldipanza. Non sviolinare la zanna dei disastri. Non frullare l’agente degli astri.

  13. Giuy permalink
    maggio 14, 2007 3:28 pm

    conoscendoti il padre di svetlana sarà un prete (o peggio il Sommo).

  14. Anonymous permalink
    maggio 14, 2007 3:55 pm

    Ma ghe, tesoro, tu di cosa ti fai prima di scrivere queste cose??ahah…ahah comunque dove l’hai mandata??a barona o a quartoggiaro??^_^Ah poi riferendomi al post precedente..Non hai mai provato ad ascoltare i club dogo?

  15. netstar permalink
    maggio 14, 2007 4:08 pm

    Povera Svetlana…Svetlanal é fantastico però 😀E anche imbianchini imbiancati!

  16. sere permalink
    maggio 14, 2007 4:18 pm

    Voglio il numero del tuo pusher. Il mio non mi fornisce più robbba buona da tempo immemorabile.

  17. maggio 14, 2007 5:29 pm

    mi mancava eh svetlana^^ciaooK

  18. Ghebuz permalink
    maggio 15, 2007 11:42 am

    @DottorG: la vorrei nel parlamento, altro che Cicciolina!Lei sì che potrebbe far qualcosa per far cambiare questo paese!@Uriel: “Non nitrire rivalsa maldipanza” è geniale, un must! Devo avere assolutamente pure io quel generatore! [per la cronaca stamattina, invece che ripassare per l’esame di dopodomani, ho scoperto Movie Maker e ho mixato immagini di My Humps dei Black Eyed Peas con quelle di una canzone reggaeton tamarra…sono veramente contento delle mie cazzate]@Giuy: può anche darsi, ma può trattarsi di qualche vecchio libertino…tipo Pannella!@Anonimo: noo, troppo vicini, la volevo mandare ancora di più in periferia, come si chiama quel paesello felice…Rozzano?Rossano?Boh!I Club Dogo…mi sembra di avere qualche loro canzone sul lettore mp3!@Netstar: imbianchini imbiancati è un must per chi vuole entrare nella pornografia di un certo tipo! Svetlanal può essere un nome d’arte fantastico!@Sere: uuh, salve, come va? Puoi trovarlo in Piazza delle Erbe a Riva del Garda, vicino alla fontana.@K: Svetlana mancava un po’ a tutti, è una figura dell’immaginario collettivo.

  19. Anonymous permalink
    maggio 18, 2007 12:39 pm

    rozzano si chiama…li vicino abita il mio ragazzo 😀ahaha…lì di sera ci sono baby gang a palate e sparano in strada da quanto ne so!bravo ghe..sono soddisfatta!

  20. Ghebuz permalink
    maggio 19, 2007 8:56 am

    @Anonimo: Minchia, ho indovinato il nome del paese!Sono un genio!Se non sbaglio la canzone dei Club Dogo che ho sul lettore è un featuring con Inoki…tanta robbba

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: