Skip to content

LA TAMARRA DELLA SETTIMANA #18

settembre 14, 2007
Ecco a voi la diciottesima tamarra di Gheba Pensiero, da sempre fan della musica hip-hop più truce…REMY MA!

Remy Ma [vero nome Reminisce Smith], nasce il 30 giugno 1981 nella zona di Castle Hill, Bronx, New York. Ah, che quartiere felice! Come tutte le altre cantanti di questo genere nate in quartieri degradati, trova un rifugio dagli orrori della vita quotidiana nella poesia e nel magico mondo delle rime: i suoi genitori infatti sono tossicomani ed è Remy, dall’età di 12 anni, a prendersi cura dei suoi 4 fratelli minori. Nonostante questo, è una delle migliori studentesse della sua scuola.

Nel 1999 viene finalmente notata dal rapper Big Pun: negli anni successivi Remy si fa conoscere sempre di più all’interno dell’ambiente, diventando la prima voce femminile della Terror Squad e pubblicando, nel 2006, il suo primo album da solista, There’s Something About Remy, che purtroppo non ha riscosso il successo desiderato [solo 158.000 copie vendute e 3 singoli, Whatever, Conceited e Feels So Good, che non hanno raggiunto i piani alti della classifica americana].

Quest’anno dovrebbe uscire il nuovo album della rapper, PunishHer.

[nella foto a fianco Remy mentre si scapezzola ad un concerto].

Come ogni tamarra che si rispetti, Reminisce non è estranea a scandali: il 14 luglio scorso, infatti, è stata arrestata con le accuse di tentato omicidio, aggressione e possesso criminale di armi da fuoco [ringrazio ilrap.com per queste fantastiche informazioni].

Come mai?A quanto pare, alle 4 di mattina di quel giorno, fuori dal The Pizza Bar di Manhattan, Remy avrebbe iniziato a discutere con una sua amica di infanzia, tale Makeda Barnes-Joseph, per una banale questione economica. Le solite cose, ma con una piccola variante: Remy sarebbe scesa dalla sua Cadillac Escalade, avrebbe aperto la portiera della Maxima di Makeda e l’avrebbe impiombata con due proiettili al petto, per poi scappare a bordo dell’Escalade, schiantarsi qualche isolato dopo e fuggire a piedi.

La rapper è finita in prigione, ma le accuse a suo carico sono decadute e pertanto è stata scarcerata attraverso il pagamento di 250.000 dollari.

Ah, che bello. Già me la vedo, la Remy, intenta a scappare per le vie di Manhattan sulla sua Escalade: un capezzolo in fuori, il culo strizzato in una mini ascellare e appoggiato su un trancio di pizza, il naso imbiancato di coca, la pistola gettata chissà dove tra i sedili, la musica a manetta. Un’immagine idilliaca, contrapposta a quella di Makeda, intenta a contorcersi e a inzozzare di sangue la sua Nissan Maxima[che miserabile tamarra, ricorrere ad una macchina giapponese].

Vabbè, a parte questi miserabili dettagli, stimo Remy Ma [nonostante in certe foto sembri un tranvione] e vi lascio al suo video Whateva, con la collaborazione di Swizz Beatz.

Un video di classe, con Remy conciata in vestiti sexy e ridicoli al tempo stesso [da segnalare la corona pataccona in testa] impegnata a danzare con figuranti tamarri, a fare trampling su di essi o a sculettare insieme a qualche bagascia del ghetto.
[ovviamente questo video è uno dei miei preferiti]
Annunci
15 commenti leave one →
  1. Lario3 permalink
    settembre 14, 2007 5:57 pm

    Già… hai proprio ragione.Grazie mille per il commento, CIAO!!! 😀

  2. Giuy permalink
    settembre 14, 2007 8:18 pm

    Però mi ha dato l’idea per la frangia! Potrei farla di quel colore indecifrabile pure io!

  3. signor ponza permalink
    settembre 14, 2007 8:25 pm

    Insomma, questa ovunque vada e qualunque cosa faccia è scapezzolata. Buono a sapersi.

  4. Ghebuz permalink
    settembre 14, 2007 9:53 pm

    @Lario3: grazie mille a te, ciaoo!@Giuy: omg, ti prego, non intamarrizzarti in questo modo pure tu!Una volta mi sono fatto i capelli blu, quindi ti sconsiglio cazzate di questo genere 😀@Signor Ponza: esatto, conviene seguirla, può sempre mostrare piacevoli sorprese.

  5. Sere permalink
    settembre 15, 2007 10:40 am

    E questa da dove salta fuori???Sono rimasta inaggiornata sulle novità tamarre.. Che cosa assurda!

  6. Ghebuz permalink
    settembre 15, 2007 11:32 am

    @Sere: infatti mi deludi, non conosci nemmeno l’identità di questa povera Remy!Aaah, ti devo aggiornare!

  7. Uriel permalink
    settembre 15, 2007 1:24 pm

    @Ghebuz: dopo il governo Clinton, il Bronx non e’ piu’ un quartiere degradato. O la biNba racconta palle o e’ molto piu’ vecchia di quel che dice. Harlem ancora ancora… ma neanche, ormai.

  8. Ghebuz permalink
    settembre 15, 2007 3:59 pm

    @Uriel: ogni tamarra che si rispetti cerca di aggiungere un po’ di tragggedie famigliari e storie di degrado urbano alla sua autobiografia!E ovviamente di diminuirsi un po’ l’età!

  9. gianl permalink
    settembre 15, 2007 4:21 pm

    Ma no…questa è “Lil’ Kim made in Taiwan”

  10. Tommy permalink
    settembre 16, 2007 7:29 pm

    Ah ecco, mi pareva ridotta male per avere 26 anni!O no?

  11. Stefano Gallagher permalink
    settembre 17, 2007 10:32 pm

    Ho messo i commenti filtrati per scremare un po’ gli psicopatici…c’è della gente inquietante in giro!Dai, ammettilo che il post sui Tokio Hotel era uno specchietto per le allodole-carampane! 😉

  12. bry permalink
    settembre 18, 2007 7:14 pm

    Che classe o_O

  13. Ghebuz permalink
    settembre 20, 2007 6:31 pm

    @Gianl:Lil’Kim made in Taiwan è molto ma più molto stilosa!@Tommy: e si scoprì che Reminisce è oltre gli anta…@Stefano Gallagher: come hai fatto a scoprire il mio miserabile trucco?ghghghg@Bry: grazie per la visita a questo blog!In effetti Remy Ma è sinonimo di classe!

  14. Anonymous permalink
    novembre 17, 2007 8:29 pm

    io la adoro.. ha sempre degli orecchini da paura e quella corona nel video gliel’ho sempre invidata la voglio anche io… w Remy, Missy, Kim e tutto il rap al femminile 🙂 ciao!BrOOke ThA QueeN

  15. roxxiepoopoo permalink
    novembre 15, 2008 10:10 pm

    ciao! stasera ho letto tutte le gheba tamarre! mi sto spisciando dalle risate! ho trovato però una grave mancanza: LORNA!! quella di papi chulo!!complimenti comunque, gran bel blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: