Skip to content

PUTTANA PUTTANA, PUTTANA LA MAESTRA

novembre 4, 2007
Con un titolo così aulico, che razza di post ci si può aspettare? Un simpaticissimo resoconto delle maestre (e delle prof) più puttane che hanno caratterizzato la mia carriera scolastica? Sarebbe troppo banale, ma visto che oggi mi sento banale, farò un post del genere (ringrazio Tricarico per l’ispirazione e la funzione Random del mio lettore mp3 per avermi offerto “Io sono Francesco” tra Get Your Freak On (RMX) di Missy Elliott e Why You Wanna di T.I).

ASILO
Ricordo ancora con orrore tale maestra CXXXX (proveniente dalla città più triste del Trentino, ossia Rovereto), un’emerita imbecille che ogni tanto, in preda a crisi isteriche, tirava i suoi zoccoli a destra e a manca e che, un giorno, ci raccontò di aver buttato una noce di cocco dal poggiolo perché non riusciva ad aprirla. Giustamente la noce di cocco si è spappolata sull’asfalto sottostante. Vabbè.
Questa demente tra l’altro si portava appresso la propria figlia (di due anni più giovane di me), una bambina tutta quanta agghindata di rosa e che sembrava il risultato di una notte di sesso tra Ken e la badante di Barbie Alzheimer. Io passavo le mie giornate all’asilo costruendo case su case con i Lego e riempiendo interi cartelloni con disegni di paesi con le abitazioni dai tetti spioventi, fregandomene delle stupide attività della maestra baggiana. Poi, un bel giorno, fregai il pallone (rosa, ovviamente) della mocciosa e lo calciai oltre il muro del parco giochi dell’asilo: la maestra mi insultò e decise di sequestrare tutti i miei disegni, che non rividi per un po’ di tempo.

ELEMENTARI
Trascurando il fantastico episodio della nota il secondo giorno di prima elementare, ho incontrato la mia nemesi in terza e in quarta ordine, impersonata in un’orrida maestra di matematica, scienze e disegno. Era alta, bianca patocca in volto, come una maschera, con gli occhi blu incavati, un’espressione perennemente schifata e i capelli neri, lunghi e mossi: praticamente era una strega. Inoltre, questa cogliona non aveva il benché minimo senso dello humour, si incazzava sempre (ad esempio fulminò mia cugina per un’infelice battuta su “Mani Pulite”, un’altra volta mi obbligò a gettare il MIO Topolino nel bidone delle immondizie solo perché lo stavo leggendo durante una sua inutile lezione di disegno) e in più se la tirava per il suo stile di vita anticonformista:”Sapete, io non ho la televisione, non la guardo e non capisco come mai i vostri genitori non facciano altrettanto.”
Il clou si raggiunse in quarta elementare, quando iniziò a prendermi di mira perché non eccellevo nelle sue materie mentre nelle altre avevo il massimo dei voti e, non contenta di farmi pesare questo fatto, ci teneva a sottolinearlo tutte le volte ad udienze con mia madre. “Deve essere eccellente in tutto!”. Io ci feci una mezza crisi, non volevo più seguire le sue lezioni, soprattutto geometria.

MEDIE
Alle medie, chi beccai?L’archetipo per eccellenza, la prof. catto-ciellina, insegnante di materie letterarie: una donna di una certa età e molto colta che, quasi per imperativo morale, sentiva la necessità di formare le nostre coscienze e individualità in maniera un po’ strana, diciamo.
Ad esempio: preghierina in classe il lunedì mattina [ma la laicità della scuola?Boh], incontri con comunità di focolarini [praticamente dei cattolici reazionari che adorano vivere in comunità e incontrarsi ad osannare strane divinità e a strimpellare due note a caso con la chitarra] e un malsano interesse per la psicanalisi e la psicologia più new age e demente in circolazione. Una volta ha analizzato i temi di un’altra classe, alla ricerca di simbologie sessuali [un omino in un racconto aveva parlato di lunghe spade nascoste in ampi armadi in cima a delle scale…praticamente, secondo la prof, un maniaco sessuale in divenire], un’altra volta ci ha fatto salire le scale con gli occhi chiusi per potenziare la nostra coscienza di sé nell’ambiente circostante e capire cosa provano i non-vedenti, bla bla bla , un’altra ci fece gattonare in palestra affinché potessimo ancora una volta prendere coscienza, eccheballe, del nostro provenire dalle scimmie [ma non era catto-ciellina? Evidentemente credeva nell’evoluzione, ma OVVIAMENTE avvenuta in seguito ad un disegno divino].
Comunque, visto che la mia grafia faceva pena e che ero [e sono] particolarmente ansioso, contattò mia madre perché il mio stato d’animo la preoccupava un attimo. Il clou si raggiunse quando, in seconda media, scrissi un racconto pieno di sangue, morte e amenità varie: mi diede un “appena sufficiente”, solo per le tematiche affrontate e scaricò la colpa sulle mie letture [da lei] giudicate travianti: Dylan Dog ma soprattutto i manga. In un attimo divenni un caso umano, il suo preferito, invece di perdere il suo tempo con quelli che poi si sarebbero dimostrati perfetti spacciatori di ecstasy.

[SEGUE]
Annunci
21 commenti leave one →
  1. signor ponza permalink
    novembre 4, 2007 3:29 pm

    Le insegnanti come le tua delle medie sono la ragione per cui la scuola italiana sta andando a rotoli.

  2. Giuy permalink
    novembre 4, 2007 3:42 pm

    io ho sempre avuto un debole per le insegnanti donne…loro mi hanno sempre preso in atipatia…Con i professori magari più avanti di età delle superiori, ero invece la loro principessa…vi giuro che avevo paura di andare a scuola! 😥

  3. ilaria permalink
    novembre 4, 2007 6:45 pm

    ahahahahahahahahahaha….Nooo che roba..Io sinceramente non ho avuto tante tante stronze..Però alle medie per esempio vivevo all’ombra di mio fratello,quello scemo..brutta roba!Sono tornata, sono ila!Mi iscriverò prima o poi a google, prometto ahhah…:DIntanto ho recuperato con la lettura dei tuoi post.Spero di tornare presto, bacio!

  4. oscar ferrari permalink
    novembre 4, 2007 6:57 pm

    eh, son traumi

  5. Tommy permalink
    novembre 4, 2007 9:11 pm

    Ma gli insegnanti non lo sanno che chi subisce traumi infantili poi diventa un serial killer?

  6. Lario3 permalink
    novembre 4, 2007 9:19 pm

    Presto spiegheremo come avere a casa le spillette di Dio… 😀CIAO!!!

  7. Robin permalink
    novembre 5, 2007 3:06 pm

    Ehi, in 4 minuti sei riuscito a farle odiare anche a me. Soprattutto la ciellina, ma coi cielli ho un conto aperto…See ya!

  8. Lario3 permalink
    novembre 5, 2007 3:37 pm

    Sotto sotto… sotto siamo tutti fan di Sandra Milo 😀CIAO!!!

  9. mik permalink
    novembre 6, 2007 8:33 am

    ora capisco perchè sei traumatizzato…con certe insegnanti!

  10. pagly permalink
    novembre 6, 2007 10:04 am

    io all’asilo ci avevo le suore violente! O_o!

  11. Ghebuz permalink
    novembre 6, 2007 12:54 pm

    @Signor Ponza: infatti, squallidi residui da abbattere al più presto. E c’è ancora tra i coglioni, perchè non vuole andarsene in pensione, la stronza.@Giuy: anch’io (se si escludono i casi citati)…di insegnanti maschi ne ho sempre avuti abbastanza pochi, soprattutto alle superiori.@Ilaria: ciao Ilaria, come va?^^ Pensavo fossi scomparsa dalla circolazione, mi fa piacere sentirti!Alla prossima!:-D@Oscar Ferrari: grazie per la visita!Eh, lo so, sono traumi difficili da superare!@Tommy: evidentemente no, e poi ci si stupisce perchè il consumo della droga tra i ggggiovani è così alto.@Lario3: posso averne una?La voglio, la voglio!@Robin: idem, prima o poi vincerò tale battaglia contro le forze del male.@Lario3: io no, per fortuna 😀@Mik: invece la tua crescita mentale a che cosa è dovuta?ghghgh@Pagly: grazie per la visita!All’asilo dalle suore?Folle!

  12. pagly permalink
    novembre 6, 2007 12:57 pm

    obbeh folle o sadico chi mi ci ha mandato…con risultati quantomeno controproducenti poi!

  13. Ghebuz permalink
    novembre 6, 2007 1:02 pm

    @Pagly: si si, il folle era riferito a chi ti ha mandato!ghghghIo penso mi sarei impiccato in una scuola del genere o_o

  14. gianl permalink
    novembre 6, 2007 1:58 pm

    Sei stato sfigatino durante la tua carriera scolastica, eh…

  15. MilkShake84 permalink
    novembre 6, 2007 6:09 pm

    sono a dir poco basita o_O

  16. Stefano Gallagher permalink
    novembre 6, 2007 9:02 pm

    Oh ma le maestre di matematica delle elementari sono tutte così stronze? La mia si chiamava MARIA CATENA (evidenti ascendenze teutoniche); un giorno canticchiavo la canzone “Acida” dei Prozac + (ok, avevo 10 anni, ma alla radio non passavano altro), lei si è irritata e mi ha obbligato a scrivere per il giorno dopo il tema: “Spiegare alla maestra se blaterare -acidò acidà- significa cantare”. Puttana.

  17. Ghebuz permalink
    novembre 7, 2007 2:20 pm

    @Gianl: ma no, neanche tanto, c’era gente in classe con me che ha dovuto cambiare scuola perchè non riusciva tollerare determinati prof. O_O@Milkshake84: grazie per la visita, noto or ora che anche tu sei una comunicatrice!:-D@StefanoGallagher: anch’io canticchiavo sempre quella canzone, ma per fortuna non a scuola. E per fortuna non ho mai dovuto scrivere niente sulla lavagna (cioè, la riempivo di boiate di mia volontà).

  18. L'Anonimo permalink
    novembre 8, 2007 6:58 pm

    Beh, che aspetti? Stampa i granchi e attaccali al muro.Ciao 🙂l’Anonimo

  19. Ghebuz permalink
    novembre 10, 2007 10:48 am

    @L’anonimo: già fatto!

  20. Oscar permalink
    dicembre 13, 2007 8:56 pm

    ehi io c’ero ! Le ho viste tutte….sinceramente all’epoca mi facevo meno seghe mentali e non ho mai avuto problemi; con il senno di poi però c’è un fondo di verità

  21. Fab permalink
    dicembre 15, 2007 6:11 pm

    Ah ah! Che ricordi!Se non sbaglio la “cara” maestra delle elementari, C…. S…. insisteva ogni giorno affinché tu comprassi degli occhiali.Poi come la cara maestra G… dell’asilo, anche lei veniva dal roveretano, più precisamente dall’amena Vallarsa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: