Skip to content

MTV NEXT

novembre 27, 2007
Come molti di voi sapranno, sono un fan dei reality show di MTV: smaccatamente e squallidamente artificiosi, con situazioni improbabili, nemmeno doppiati in italiano. In una parola, demenziali.

In passato ho già trattato l’argomento, con un post dedicato a My Super Sweet Sixteen, ma ci sono altri reality che meritano di essere analizzati a fondo. Dismissed?Naa. Global Dismissed?Pfui, una copia del primo. Date My Mom? Wanna Come In? Parental Control? Room Raiders? Blah blah blah. Il migliore è NEXT.
Il canovaccio è banalissimo: una donnina (o un omino) ha la possibilità di uscire con ben 5 membri del sesso opposto (ma ci sono anche episodi gay e lesbo, chissà perchè mai arrivati in Italia), che si trovano sul famigerato Next Bus. Uno ad uno questi loschi figuri, scesi dal bus, dovranno vendersi con la donnina (o l’omino), sperando di venire scelti per un eventuale secondo appuntamento. Ovviamente, se l’incontro andrà male, il/la protagonista della puntata potrà rispedire la persona non gradita sul bus, per poi ricevere quella successiva. Fino a qui niente di male, si tratta della perversa logica dello speed-dating adattata ai tempi e alle dinamiche televisive.
Ma è la forma che rende Next geniale. Nonostante le decine di puntate realizzate e le centinaia di figuranti/attoruncoli da strada/pornostar decadute già prima di compiere i 25 ricorrono sempre gli stessi elementi e stereotipi.

A)La presentazione del/la protagonista. La donnina è sempre in pose provocanti, si struscia addosso ad alberi, siepi o esseri inanimati, talvolta si dichiara apertamente insaziabile e desiderosa di tanti omini. Solo una volta ho beccato una, un po’ più normale, che disperatamente cercava un ragazzo puro di cuore: ovviamente ha avuto a che fare con una manica di maniaci sessuali, che l’hanno stuprata sul bus. L’omino invece o è un fanatico del fitness (e viene ripreso a petto nudo mentre compie cose improponibili) o un musicista fallito (e pertanto il video lo mostra mentre cerca di imitare Sid Vicious o Notorious, che ovviamente si stanno svoltolando nella tomba per l’orrore). Molte volte viene sbandierata l’appartenenza etnica:”Sono una chicana orgogliosa, e voglio un latino ai miei piedi”. “Mio padre è pakistano, mentre mia madre è irlandese…chissà se sul bus qualcuno apprezzerà questo bocconcino etnico…”

B)I concorrenti. Se il/la protagonista della puntata è di colore, quasi tutti gli omini (o le donnine) saranno necessariamente di colore pure loro,tranne varie eccezioni, che vengono prontamente e simpaticamente sfottute. Lo stesso accade anche con gente caucasica, mentre se il/la protagonista è di origini latine, asiatiche, o miste, i concorrenti saranno di tutte quante le etnie possibili ed inimmaginabili. Solo poche puntate sono veramente multietniche.
C)Quando i concorrenti scendono dal bus per affrontare l’appuntamento, vengono presentati attraverso delle simpatiche frasi che compaiono sullo schermo. Personalmente non mi presenterei mai ad una persona, con aneddoti del genere, purtroppo visti durante il programma:”Ha scoperto la madre a letto con un’altra donna.” “Ha perso la verginità sul giroscale” “E’ stato attaccato da un cervo” “Ha vomitato addosso ai genitori del suo migliore amico” “Pensa che i pinguini conquisteranno il mondo” “Trova il presidente Bush estremamente sexy”.
D)La fase iniziale dell’appuntamento consiste sempre in ridicolissime attività, come: prestarsi per una depilazione totale del petto, colorare delle uova, fare stupidi ritratti, nuotare con un delfino, etc. fino ad arrivare addirittura alla pulizia intestinale. Che culo. Anche in questo caso, si punta molto sull’etnia di appartentenza: un afro-americano, di lontane origini polacche, ha obbligato tutta una serie di donnine a ballare la polka. Wow. Una volta una donnina si è pure pisciata addosso nel bel mezzo dell’appuntamento, mi domando quale autore malato abbia potuto concepire una roba del genere.
E)La seconda fase dell’appuntamento, invece, prende sempre una strana piega culinaria. Brunch a base di sushi, pic nic in mezzo ad un’aiuola, gelato e via dicendo. Molte volte accade che la gente s’imbocchi vicendevolmente, o che si lecchi via il gelato o la panna montata dalla bocca o dal collo. Una puntata ha rasentato la genialità: la protagonista, latina, mentre era intenta ad imboccare con un wurstel il concorrente, un brasiliano-americano tamarro in maniera indicibile, si è lasciata cadere il fallico pezzo di carne tra le tette. Ah, che simbologie raffinate. La zoccola ha pure detto “Ops…”, per poi lanciare uno sguardo stra-rugante verso il bbburino, negli occhi. Il coglione ha prontamente accolto il suo invito, fiondandosi con la faccia tra le tette, recuperando il caz…ehm wurstel e portandolo alla bocca della dissoluta donnina. Che scena squallidamente costruita.
F)Mentre avviene l’appuntamento, gli/le altri concorrenti sul Next Bus perdono l’uso della ragione e si intrattengono in attività deliranti. Il protagonista è di colore?Giù tutte a parlare delle dimensioni del pene degli afro-americani, con volgarità a profusione e “beep ad oltranza”. L’unica bianca strabuzza gli occhi, per poi affermare, candidamente:”Guardate, li ho provati un po’ tutti e quelli di colore sono i migliori…” Seguono risate grezzissime, sguardi fintamente sconvolti e battiti di mani. La protagonista ha le tettone gigantesche? Giù tutti a discorrere amabilmente se sono meglio le tette rifatte o quelle naturali. Comunque, in linea generale:
– Se il bus è pieno di afroamericani di sesso maschile, questi inizieranno a rappare su basi create al momento da loro;
– Se c’è un emo, o un dark, o comunque qualcuno un po’ diverso dagli altri concorrenti, questo verrà sfottuto;
– Se c’è una ragazza che ammette di avere le tette rifatte, questa le farà tastare a tutte quante sul Next Bus. E ovviamente voleranno insulti, del tipo:”You’re such a slut…”

Il degrado totale, il punto di non ritorno del trash televisivo, si è raggiunto con:
1)Gente che dà fuoco alle proprie scoreggie;
2)Omini che giocano a prendersi a pugni sui genitali;
3)Donnine che si spogliano e che si mettono a bere il succo d’arancia dall’ombelico delle loro nuove amiche.
4)Ragazze trisessuali che cercano di convertire perlomeno alla bisessualità qualche altra donnina.

G)Su YouTube mi sono beccato alcune registrazioni di puntate gay e lesbo. In una di queste, un omino cercava un partner assolutamente non effeminato e si è visto arrivare una caterva di checche sfrante, rispedite al mittente. In una puntata lesbo, specularmente, una graziosa biondina si è vista arrivare una ciccionazza di colore: quest’ultima, stranamente rifiutata, ha poi inseguito e picchiato la wasp, urlandole “bitch”. In un’altra, invece, un appuntamento ha preso una [costruitissima] piega simil-porno soft: all’improvviso, una concorrente [chiaramente una porno-star prestata al giuoco] ha detto, alla protagonista:”I love your boobs…” per poi baciarla e carezzarla con molta grazia.
Annunci
12 commenti leave one →
  1. Anonymous permalink
    novembre 27, 2007 3:57 pm

    Che vertici di squallore!Per me il peggiore è però “Date my mom”: queste donne di una certa età,conciate come mignotte che fanno profferte amorose ai “pretendenti” delle figlie mi mettono una gran tristezza.Da notare che poi regolarmente le ragazze raccomandano alle madri di tacere su alcuni aneddoti imbarazzanti della loro vita e regolarmente le madri se li fanno sfuggire.Ah,di solito,per stuzzicare il ragazzo,le figlie sono paragonate a gente famosa(Britney Spears andava alla grande quando era normale)a cui non somigliano per niente.p.s.Gheba,non ci conosciamo ma credo di amarti!I tuoi post mi fanno sganasciare.Ila

  2. signor ponza permalink
    novembre 27, 2007 9:13 pm

    Hahahah. Mi hai fatto ridere un bel po’. L’ho visto qualche volta ed è ESATTAMENTE così.

  3. Ghebuz permalink
    novembre 28, 2007 10:28 am

    @Anonimo: ciao Ila!Come va?E’ da un po’ che non capitavi da queste parti!Spero vada tutto bene!Addirittura amarmi?Ghghgh ne sono lusingato 😛Cmq hai ragione, Date My Mom è qualcosa di veramente imbarazzante, tutte le cose che hai descritto purtroppo sono assolutamente veritiere. Una volta una donnaccia ha descritto sua figlia come un incrocio tra l’Aguilera, la Spears e la Lopez…alla fine dalla macchina uscì un cesso. Wow.@Signor Ponza: ^^ A questo punto spero in una riedizione italiana del giuoco, sai le potenzialità trash?

  4. Ila permalink
    novembre 28, 2007 12:49 pm

    Ma sai che ieri mentre scrivevo,mi è proprio venuta in mente quella puntata?La madre descriveva la figlia come l’Aguilera e invece è uscito dalla macchina un armadio 4×4 con la pelle tutta butterata tipo dipendente da metanfetamine.Comunque tra gli altri programmi che Mtv offre,due si distinguono(o si sono distinti,non so se vanno ancora in onda):1)”The search for the next doll”,lo show più inutile sulla faccia della Terra in cui si cercava una nuova Pussycat doll.Ma non erano già abbastanza?2)”Hogan knows best”,che illustra il primo esempio di famiglia generatasi per partogenesi:sono tutti e quattro uguali e usano la stessa tinta.Mtv,ti prego,non cambiare mai!

  5. Robin permalink
    novembre 28, 2007 2:13 pm

    Cazzo, un vero e proprio documentario, Ghebuz!Comunque questo reality mi è ignoto. Ero fermo a Dismissed e ad un altro giochino del cazzo dove un figo consigliava un imbranato tramite auricolare cosa fare per conquistare una ragazzuola.Poi i miei neuroni hanno minacciato uno suicidio di massa e ho spento.See ya!

  6. Giuy permalink
    novembre 30, 2007 1:22 pm

    purtroppo da memtv non prende bene ;(

  7. Niccolò permalink
    novembre 30, 2007 2:17 pm

    Se mi capita ‘sta roba la guardo – sempre meglio che Teo Mammuccari o Matrix. Una cosa ti chiedo: che vuol dire “trisessuali”?

  8. Anonymous permalink
    dicembre 1, 2007 7:23 am

    mh….che descrizione accurata dani!;Dun altro reality show di mtv…è i wanna be made….dove un simpatico concorrente vuole per forza diventare altro da ciò che è…tipo…una reiaetta che vuola diventare reginetta del ballo….oppure una raagzza pon pon che vuole uno stile punk…per fare questo devono avere le telecamere e i personal trainer che li spronano dietro… 😀 mi pare ovvio!buona giornata!

  9. Tommy permalink
    dicembre 1, 2007 8:01 pm

    Anch’io ho visto quella puntata di Date My Mom… oppure sono tutte uguali!!!

  10. Ghebuz permalink
    dicembre 2, 2007 12:12 pm

    @Ila: allora si tratta della stessa puntata!Mi ricordo la tipa, una buzzicona mai vista, gna-ah!The search for the next doll è semplicemente demenziale, le tipe si odiavano tantissimo tra di loro…Hogan knows best invece ha distrutto uno dei miti della mia infanzia O_o@Robin: oddio, si tratta di Wanna Come In!Anche quello era di una tristezza infinita, visto che le donnine si presentavano via VHS.“Guarda un po’ sfigato, ho scelto la donna che dovrà uscire con te…si chiama Chin-Chiao Lin ed è appena entrata illegalmente negli USA, le serve la cittadinanza…”ah, che bella rappresentazione della dignità femminile.@Giuy: anche da me ultimamente non va benaz come una volta, c’è sotto l’audio di Telenuovo O_o@Niccolò: Teo Mammucari deve essere castrato. Trisessuale (o pansessuale) è una persona che prova attrazione non solo per membri del proprio sesso e del sesso opposto, ma anche per i transgender.@Anonimo: Made!OMG, un’altra boiata!Mi ricordo ancora la puntata dove il ciccionazzo afro-americano, sbeffeggiato da tutti all’interno di una scuola wasp, si è fatto incoronare alla fine re del ballo, grazie a MTV. Lo hanno fatto dimagrire, gli hanno affibiato un personal trainer, gli hanno fatto un servizio fotografico stra-cazzi e poi hanno chiamato non so quale produttore musicale per comporre una canzoncina r’n’b da diffondere in tutto il liceo. Aaah@Tommy: sono tutte uguali, è l’unica spiegazione plausibile!

  11. Stefano Gallagher permalink
    dicembre 3, 2007 10:53 pm

    A me fa impazzire la rapidità con cui dicono “NEXT!”. A volte non hanno nemmeno aperto la porta del pullman che dicono “NEXT! I didn’t like her way of opening the door”.E poi le zoccolette se la prendono un sacco! “Ok, io avrò le tette flosce, ma tu ce l’hai piccolo!!”. Buon gusto dagli Stati Uniti.

  12. nicola permalink
    giugno 24, 2008 1:18 pm

    io amo next e oggi 24 giugno 2008 è andata in onda la prima puntata omosessuale gay,poi quella etero. Io mi vedo Next tt i giorni e sono 1 fan cm te,ma io amo TRL + di ogni altra cosa. se vuoi rispondere aggiungimi su msn TRLbestfan93@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: